Bonus condizionatori 2016 con o senza ristrutturazione: in cosa consiste, calcolo iva agevolata e a chi spettano gli sconti fiscali del 65% o 50% sull’acquisto o la sostituzione di impianti di climatizzazione.

I climatizzatori, sia durante la stagione estiva che in quella invernale, rappresentano una delle tecnologie più utili e anche chi vive in zone dal clima mite ne apprezza i benefici. L’installazione di questi apparecchi però risulta alquanto dispendiosa e considerando le tante spese da sostenere, diventa difficoltoso per i cittadini reggere costi cosi alti. Anche per il 2016 è stato confermato il bonus climatizzatori 2016, un aiuto economico per i contribuenti che intendono acquistare ed installare condizionatori.

Cos’è il bonus climatizzatori 2016

Il bonus condizionatori 2016 è uno sgravio fiscale sulla dichiarazione dei redditi concesso ai cittadini che acquistano determinati tipi di impianti di climatizzazione.
In base al tipo d’intervento e al modello dell’impianto abbiamo diverse aliquote del bonus fiscale climatizzatori.

Bonus climatizzatori 2016 con ristrutturazione

A chi spetta?

Il bonus condizionatori 2016 con ristrutturazione spetta ai cittadini che effettuano interventi di ristrutturazione, anche se non è fondamentale la realizzazione di opere edilizie specifiche. Gli edifici per i quali è possibile fruire dello sgravio fiscale sono quelli residenziali o comunque abitazioni che fanno parte di immobili residenziali.

Per quali climatizzatori vale il bonus?

Questo tipo di agevolazione riguarda i condizionatori, anche non ad alta efficienza energetica, con pompa di calore. Pur non essendo l’alta efficienza un requisito indispensabile, l’intervento deve comunque essere legato al risparmio energetico. Il bonus riguarda l’integrazione o la sostituzione dei condizionatori preesistenti con impianti dotati anche di funzioni di riscaldamento per l’inverno.

Bonus condizionatori con ristrutturazione 2016: quanto spetta

Il limite di spesa detraibile è di 96.000 euro e l’aliquota è del 50%(sulla sostituzione o integrazione del condizionatore preesistente).

Bonus climatizzatori 2016 risparmio energetico (con ristrutturazione)

A chi spetta?

Il beneficio fiscale spetta a tutti i cittadini (privati o aziende) che intendono effettuare interventi di sostituzione dell’impianto di riscaldamento su qualsiasi tipo di immobile (basti che già risulti costruito) dunque di qualsiasi categoria catastale (compresi negozi, case, uffici, palestre etc.).
Dunque per fruire del bonus è necessario che l’impianto di climatizzazione risulti preesistente.

Bonus condizionatori 2016 risparmio energetico: per quali impianti?

I climatizzatori inclusi in quest’agevolazione sono quelli con pompa di calore considerata ad alta efficienza energetica, (facendo riferimento a tabelle indicate dall’Agenzia delle Entrate).

Il bonus condizionatori 2016 non spetta:

• per installazioni che non erano già provviste d’impianto di riscaldamento;
• per condizionatori integrati da split.

Bonus condizionatori 2016 risparmio energetico: quanto spetta?

In questo caso le detrazioni fiscali condizionatori sono pari al 65% , con un tetto di spesa massimo pari a 46.154 euro.